TOP 10: Le piante più velenose del mondo

Poiché le piante non sono molto mobili, hanno sviluppato molti modi per proteggersi da qualsiasi cosa erbivora. Molti di loro hanno dei picchi o anche solo un sapore sgradevole. Alcuni sono così velenosi che chiunque sia tentato di mangiarli potrebbe pagare con la vita.

Molte di queste piante mortalmente velenose fanno parte del folklore e hanno nomi allarmanti come “elmo del diavolo”, “belladonna”, “piccolo pomo della morte” e “albero del suicidio”. Mentre questi nomi sono sufficienti a dissuadere qualsiasi persona sana di mente dal mangiarli, può essere utile solo se li conosci!

#10 – Alloro rosa (Nerium oleander)

Alloro rosa (Nerium oleander)

Originaria dell’Asia, la “Rosa di Gerico” o “Oleandro” è ormai comune in tutte le regioni mediterranee. È una pianta decorativa popolare in Nord America. Il nome italiano dell’oleandro si traduce in “assassino di chiappe”, il che dovrebbe essere sufficiente a scoraggiare chiunque dal mangiarlo!

Se ne mangiassi abbastanza, sentiresti quasi immediatamente gli effetti “ammazzaculo” con una combinazione di sintomi cardiaci e gastrointestinali. Possono verificarsi diarrea sanguinolenta, vomito, bava e battito cardiaco irregolare, e un trattamento rapido è essenziale.

Tossine come glicosidi cardiaci, nerioside e oldendrin fanno parte dell’arsenale mortale dell’oleandro. L’intera pianta è tossica, fino al nettare. Si dice che anche il fumo della combustione della pianta sia tossico, e ci sono rapporti di gravi avvelenamenti dovuti all’uso dei ramoscelli come spiedini da cucina.

Non sappiamo esattamente quale sia la dose minima fatale, ma alcuni dicono che una foglia può essere sufficiente per mettere un bambino piccolo a rischio di morte. Altre fonti dicono che 100 grammi sono sufficienti per uccidere un cavallo adulto.